1

Immissione del refluo in vasca

A seguito di un trattamento primario di separazione fisica – se necessario – viene introdotto nella vasca una determinata portata di refluo.

2

Rotazione del cestello in aria e acqua

La cella di reazione ruota intorno al proprio asse ed è immersa parzialmente nel refluo in modo da consentire un’ossigenazione naturale della colonia batterica. Questa tecnica permette di evitare l’uso di compressori e dunque del manifestarsi dell’effetto aerosol.

3

Crescita del biofilm batterico e depurazione

Con la messa in opera inizia a svilupparsi il film batterico, i tempi per la messa a regime invece dipendono dal carico del refluo ed altre variabili ambientali quale la temperatura.

4

Chiarificazione e scarico

Il flusso in uscita può essere sottoposto a metodi standard di separazione – quali la decantazione o la filtrazione – nel caso i solidi sospesi residui superino i valori di legge.

 

 

 

 

 

 

I supporti per lo sviluppo del biofilm sono costituiti da un mix di tappi di plastica opportunamente selezionati e impaccati. Essi costituiscono l'habitat ottimale per la crescita di un film di batteri attivi con funzioni diversificate per la depurazione
Stampa Stampa | Mappa del sito
© ECO-SISTEMI S.r.l. Via del Brennero 1/D - 38068 Rovereto (TN) P.IVA/CF:08108570964;